Pubblicato in: random, Senza categoria

Ciance sparse: sclero random


Buondí miei cari Spelacchiati, come state? Vi prego ditemi che non sono la sola che sta mostrando segni di totale instabilità mentale a sto giro di zona rossa. Cioè, io i segni di instabilità mentale li mostro ogni giorno da sempre, però da quando ci hanno di nuovo tinteggiato la città di porpora mi sento ancora più sclerata.
Vago per casa senza uno scopo.
Mi aggiro per gli anfratti di camera mia come un’anima in pena, che i dannati della Divina Commedia mi fanno un baffo. (Ora che ci penso dovrei quanto meno decolorare il vello che ricopre il mio labbro superiore.)

Oggi poi sono arrabbiata, furibonda, rasento l’isteria: insomma, sono incazzata nera. Ma non quel nero opaco, tipo le auto, intendo un nero nerissimo tipo buco nero che risucchia tutto come me al McDonald.

Mi sento come una mantide religiosa dopo un amplesso: ho voglia di decapitare qualcuno.
Ora vi spiego cosa ha turbato quest’oggi la mia per niente isterica anima di persona idiota; come forse saprete io do ripetizioni e in questo periodo faccio lezione ai marmocchi via web.
Ebbene oggi la madre di un marmocchio -marmocchio che tra parentesi ho salvato dalla bocciatura e che ha una media quasi notevole grazie al sangue e sudore che sia io che lui produciamo a ogni lezione- mi ha accusata di comunicarle piu ore di lezione rispetto a quelle fatte.

ORA.
A me si può dire veramente qualunque cosa, ogni insulto possibile e immaginabile probabilmente me lo merito, l’unica cosa che so di non essere è disonesta. Poi regà parliamoci chiaro, per otto euro in più o in meno non mi metto a escogitare piani malvagi. Fossero lezioni da cinquanta euro a botta allora sì che cercherei di falsificare tutto e farmi pagare per settanta lezioni alla settimana… Quindi fanculooooooo ma come osa infangare il mio buon nome?

Come se tutto ciò non fosse già abbastanza sconquassante, la mia universitàdimmerda ha fatto saltare la sessione quindi passo le mie giornate rantolando e mugugnando frasi sconnesse sul fatto che non troverò mai lavoro, non mi laureerò mai e finirò con il fare la bibitara allo stadio sognando un giorno di entrare in un partito politico con una stella cometa.

In più ho deciso di smettere di fumare.
Regà, non potete capire.
Sto impazzendo.
Vedo sigarette ovunque.
Sogno di alzarmi di notte e andare a comprarle. Chiudo gli occhi e sento quel magnifico odore di putrefazione e morte incombente che solo le sigarette regalano. Probabilmente se avvicinassi una sigaretta all’orecchio sentirei proprio il Creatore Supremo sussurrarmi soavemente “FUMALAAAA FUMA QUELLA SIGARETTAAAA! MUORIIII” altro che conchiglie e rumore del mare.
Quando passo davanti a un tabaccaio devono minacciare di spararmi alle rotule per farmi andare via, e comunque una pallottola nel ginocchio mi sembra un prezzo abbastanza ragionevole per quell’ammasso di catrame e nicotina che tanto mi manca.
Mi fumerei anche il mio cane in questo momento se solo riuscissi ad arrotolarla in una carta. (Dovete capire che un Golden Retriever di oltre quaranta chili è un po’ difficile da sfumacchiarsi, ma non è detto che io non ci provi visto come stanno andando le cose.)

L’unica cosa buona di questo periodo nefasto è Mr Batterista, che ancora inspiegabilmente mi sopporta e questa cosa non smette mai di sorprendermi. Ê proprio uno spelacchiati bizzarro e io sono piuttosto pazza di lui.

Cioe capite? Non soltanto esiste un essere umano che non detesto profondamente, ma è addirittura un esemplare maschio! E io con gli esemplari maschi faccio notoriamente schifo, lo sapete. Per me rimane valida l’ipotesi che abbia una menomazione cerebrale che lo porti assurdamente ad apprezzare la mia immane idiozia, vi terrò aggiornati sulle sue condizioni di salute.

Per oggi direi che è tutto, miei amati spelacchiatini, ora passiamo a voi! Come state? Avete scoperto hobby incredibili in questo periodo bislacco? Avete progetti per Pasqua, tipo emigrare per sempre in Congo? State guardando, leggendo o ascoltando cose fighe? Narratemi tutto, che accetto suggerimenti di ogni tipo!

Hasta la pastaaaaaaahhhh

Autore:

Simpatica come una piaga da decupito e fine come un babbuino che si gratta il sedere. Se vi va di scambiare quattro chiacchiere, mandarmi mail minatorie o proporre una bevuta insieme: pensierispelacchiati@gmail.com

25 pensieri riguardo “Ciance sparse: sclero random

  1. Non so se questo è il caso ma io ho visto che spesso, quando si tratta di “tecnologia”, l’ignoranza crea paranoia o almeno molta diffidenza. Anche io sono una persona che non la prende bene quando si mette in discussione la mia onestà 🙂

    "Mi piace"

  2. Chi fa proteste del genere è solo il classico pezzente che fa il pidocchioso per non pagare, salvo poi sputtanarsi anche l’anima in stronzate inutili, altro che 8 euro.

    "Mi piace"

  3. per come sono fatto io direi “ok allora si tenga tutto, non mi paghi proprio per niente, ma si trova un altro insegnante per suo figlio”, lasciandole intendere di essersi comportata da pulciosa. Ma è un mio problema, non mi azzardo a darla come soluzione. Più che altro perché il mondo è pieno di gente che mira proprio a quello (cioé non pagare e passare allo sfruttamento del prossimo umano dotato di orgoglio). Uno fico (non io, quindi), terrebbe invece il punto fino a farsi pagare pure l’ultimo centesimo e comunque poi scaricherebbe l’alunno dotato di madre ferina.

    "Mi piace"

  4. Che vita piena che hai.
    Beata a te….
    Ti definisci “spelacchiata” e invece ignori di avere i boccoli d’oro di Shirley Temple.

    "Mi piace"

  5. Che vita piena che hai.
    Beata te …
    Ti definisci “spelacchiata” e invece ignori di avere i boccoli d’oro di Shirley Temple.

    "Mi piace"

  6. La notizia positiva è che questo è un periodo perfetto per smettere di fumare! Non ti sto prendendo in giro, giuro!, anzi lasciami spiegare… Spesso i fumatori faticano moltissimo a smettere (diciamo pure che la maggior parte di essi non lo fanno mai per davvero) perché intorno hanno altri che fumano, quindi, nonostante i loro sforzi erculei la dipendenza continua, continua, all’infinito… Invece in questo periodo in cui si deve star tappati in casa un mucchio di tempo dovrebbe essere meno facile imbattersi in un fumatore, sempre che non viva con te o non sia un tuo vicino, s’intende!
    Poi prendi in considerazione i famosi cerotti alla nicotina, che ti dovrebbero far passare la voglia rapidamente (ma attenzione che non sono un gioco!).
    Ecco, il mio predicozzo sta per finire, ci sei ancora? Per ultimo ho da dirti solo la seguente verità: una volta (se) che avrai smesso (sul serio!) le sigarette ti faranno davvero schifo, puzzerai molto meno, avrai più fiato e la vita ti sembrerà più bella e profumata!
    In bocca al lupo per tutto! E viva il lupo! 😉

    "Mi piace"

  7. Potrei aver approfittato della zona rossa per riprendere a vedere One Piece. Tanti episodi per tanto tempo libero.
    Per le ripetizioni… non sarà che il marmocchio ha detto alla madre che avrebbe fatto meno ripetizioni di quante in effetti ne ha fatte?

    "Mi piace"

  8. Alla domanda che la madre ti ha rivolto ci sono due possibili risposte, dal mio punto di vista.
    Risposta diplomatica-colpo alle spalle: “Guardi, signora, forse ho sbagliato i conti. Se ha tempo ci mettiamo qui, io e lei, con la mia agenda e verifichiamo minuto per minuto quante ore ho effettivamente fatto ripetizioni al suo angioletto. Ci dovremmo mettere al massimo un’ora che, tra parentesi, le conteggerò come ora di lavoro.” (Scommetto che ti dirà: “va bene così”)
    Risposta diretta-uppercut: “Signora: ho capito che non solo suo figlio ha bisogno di ripetizioni, ma anche lei. Vogliamo ripassare somme e sottrazioni?” (Un po’ una risposta killer, da usare in caso tu voglia tagliare i ponti in maniera definitiva)
    In bocca al lupo per tutto! 😉

    "Mi piace"

  9. Gli scleri random fanno sempre bene, ora stai bene? Secondo me si…
    Eh sta pandemia… Se tralascio che il mio settore (lo sport, si lavoro nel mondo dello sport) è tra i più colpiti e che faccio fatica a vedere una via di uscita, questa crisi mi ha portato via 25 kg, ha trasformato il mio modo di andare al lavoro (vado quasi sempre in ufficio in bici e uso l’auto una volta a settimana), mi ha fatto riaprire un blog, riprendere a leggere e sto pensando ad un sacco di progetti fotografici. Beh, non male direi.
    Un abbraccio spelacchiato!

    "Mi piace"

  10. Ciao… sì, non sei l’unica che patisce la zona rossa a questo giro, anche se sono in zona arancione. Pesa soprattutto l’idea che non ci saranno riduzioni di strette e il fatto che non si vedranno allentamenti almeno fino alla fine di aprile rende la situazione ancora più difficile da gestire. L’aver ridotto le ore che passo davanti a notiziari, giornali e riviste online, e tanto e molto altro che possa crearmi ansia mi aiuta non poco, ma nulla può battere il reale, la vita reale.

    Eccezion fatta per due occasioni, non vedo nessuno oltre a quello che è riflesso allo specchio. Le uniche due occasioni sono quando vado a distribuire pacchi di pasta e alimentari ai bisognosi come parte della colonna solidale, e quando vado a dare una mano a una mia amica per il momento bloccata su una sedia a rotelle causa incidente.

    Entrambe le occasioni mi danno l’impressione che siano tutte in bilico: temo che da un momento all’altro me le potrebbero portare via in nome di una “estate” sempre più idealizzata e lontanissima. Questo vale soprattutto per la distribuzione alimentare. L’altro giorno sono venuti due carabinieri nel locale in cui distribuivamo perché – testuali parole – avevano ricevuto “una segnalazione di assembramenti, quindi o allontanate tutti, o vi facciamo la multa, o chiudete”. Poco gliene calava che fossero persone povere a chi ha segnalato, dal calduccio della casa e con la pancia piena di chissà quanti pasti consumati… è evidente che l’estate sicura faccia gola a pochissimi, stronzissimi illusi. Per fortuna siamo riusciti a disperdere la *pochissima* folla che c’era, ma non possiamo continuare così.

    E poi c’è l’aridità interna. L’incapacità di scrivere, di poter parlare di quello che turbina dentro. Quella mi frega sempre. So di poter scrivere, non sono uno scrittore nato ma so di poter mettere quelle due o tre frasi che possano raccontare una storia. E non ci riesco. Mi sembra faccia tutto schifo. Mi sembra di non vedere una via d’uscita, quando scrivo.

    Si va avanti, ma si arranca. Tanto. Perciò ti capisco. Un abbraccio empatico, anche se non ti conosco. E buona fortuna con Mr. Batterista. Almeno tu hai qualcuno da amare che ti ricambia.

    "Mi piace"

  11. Oh mamma quante cose!
    Allora da Sara a Sara ti dico anche io mi sento spompata e per quanto mi dispiaccia ti dico che dobbiamo imparare a essere gentili con noi stesse: è un anno che viviamo di incertezza, di paura e di solitudine (siamo umani, mammiferi che vivono in branco, che roba è il distanziamento sociale?). E’ giusto perciò anche non essere al 100%. Siamo alla frutta, al dessert, ma è tutto insapore perciò è come se frutta e dessert sono mutati e diventati insalata. (questa è buona me la segno per un prossimo post!)
    Comunque… nemmeno io ho voglia di fare molto, nemmeno di coltivare molte cose, nel primo lockdown ho imparato a suonare l’ukulele e a meditare costantemente (mi ha aiutato tantissimo – se vuoi consigli su come cominciare scrivimi pure in privato). Ho chiaramente visto molti film e letto libri. A proposito dei libri (e alla tua situazione sentimentale con Batterista), posso consigliarti due libri molto sottovalutati (io adoro adottare libri sottovalutati) il primo è “La meccanica del cuore – Mathias Malzieu” e il secondo è “La felicità del cactus – Sarah Haywood”, leggeri ma non sdolcinati e stucchevoli e parlano molto del tema “come faccio a meritare questa persona” e “come posso riprovare sentimenti e impazzire per amore”.

    Riguardo il tuo lavoro, “I’ve been there”, ti capisco, anche io ho dato per anni ripetizioni e so quanta fatica ci vuole. Il tuo costo/ora è una “miseria” rispetto al mercato (io prendevo il doppio ed ero comunque economica) perciò, non capisco davvero il discorso della signora, vero che siamo in crisi, ma il lavoro è lavoro ed è giusto che sia pagato! Inoltre ti dico che se non vuole pagarti è chiaramente un cliente che è meglio perdere che trovarlo!..

    Per le sigarette hai invece il mio sostegno totale. Io ero fumatrice da ragazzina e ora sono fumatrice selettiva: fumo solo in compagnia e dopo una bevuta/mangiata ghiotta. E’ una strada difficile ma puoi farcela! Aiutati con qualcosa che ti piace… cioccolato? Caramelle? Entrambe le cose? Pane e salame, pane e mortadella, pane nutella con mortadella salame e mozzarella? ecco.. premiati! oppure (altra soluzione che ho da poco adottato, per eliminare anche le sigarette del piacere) prendi una sigaretta elettronica senza nicotina (io usavo la Blu, che è molto economica e per come la uso io dura una vita).

    Ultima cosa/consiglio dopo questo soliloquio: prova a esercitarti a non “giudicarti” duramente, il giudizio è un errore che appartiene già ai “terzi”. Noi tutti che commentiamo (e scommetto tanta altra gente) vediamo molte cose positive in te e a nessuno importa davvero dei tuoi difetti. Vai benissimo così come sei!

    Ti lascio un saluto e buffetto affettuoso.
    SaraBò!

    Piace a 1 persona

  12. Oh Sara, dai, forza e coraggio! La tua scelta di non fumare sarà faticosa e tediosa e anche un po’ una idea schifosa dal tuo punto di vista… ma è sana e giusta (e ti fa scrivere post spassosissimi!) Quindi tieni duro! Noi tuoi spelacchiati lettori siamo tutti con te!
    E pensa quante ripetizioni a marmocchi imbranati in meno dovrai fare, perchè non dovrai più pagarti le sigarette e potrai usare quei soldi per far arrivare McDonald’s a domicilio a te e al tuo Mr Batterista!! 😀

    "Mi piace"

  13. A me per smettere di fumare hanno aiutato molto le sigarette elettroniche… però sappi che possono aiutare, non fare tutto il lavoro… poi bisogna cercare quella giusta abbinata al liquido giusto… insomma è uno sbattimento… tipo il mio uso abnorme di puntini di sospensione… tiè… beccatene un altro po’……………..

    "Mi piace"

  14. Cara Sara
    purtroppo onestà per noi fuori dal mondo è cosa buona e giusta ma finisce per essere invece derisa o peggio. . Ma tu continua fiera e non ti curar di loro…
    Io a parte il blog e qualche spunto folle o quasi,vivacchio ..In attesa di sparire chissà magari proprio in un buco nero
    Grazie e a presto!!!!😎🌻
    Enza Masha

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...