Pubblicato in: Senza categoria

Ciciarando: anziani al supermercato 


Alloooora dopo il post melodrammatico torno alle mie solite scemenze.
Mi sono presa una piccola pausa da qualunque cosa, per questo ho risposto così tardi ai commenti (bellissimi, vi ringrazio davvero di cuore) che ho letto e che già quella sera mi hanno tirata su. THANKS.
Che ci siano le mie amiche a (mal)sopportarmi è un conto, che ci siano anche persone che non mi conoscono a farlo è un altro. Ed è incredibilmente piacevole.

zach-galifianakis

Avevo promesso un post su un libro… Ma ho mentito, perché sto ancora finendo Pastorale Americana.
drolma

Quindi oggi voglio lamentarmi della gente al supermercato, perchè mi stanno sulle balle come poche altre categorie di persone.

Breve aneddoto: entro al Carrefour, l’idea di prendere il cestino non mi sfiora neanche l’anticamera del cervelletto di dimensioni ridotte che mi ritrovo, e dopo dieci minuti ho in braccio circa seicento prodotti. Prima che mi escano dodici erne mi avvio alle casse a prendere un cestino e… dissemino il panico. Tutti quelli in fila serrano i ranghi, pancia in dentro e petto in fuori, chiaramente convinti che io voglia saltare la fila.
Occhiate piene di odio e rancore mi raggiungono mentre ignara di tutto proseguo verso la cassa, una signora dà di gomito al marito, parte un vociare concitato.
Un’anziana si è gonfiata così tanto che credevo esplodesse, era pronta a lanciarmi contro chissà quale epiteto o maledizione.

Irritata oltre ogni modo ho preso un cestino e ci ho infilato dentro la roba per poi guardarli uno per uno, quei gallinacei in fila. Ma siete pirli? C’è bisogno di fare ‘ste scene? Ma anche se avessi voluto tagliare la fila per essere super trasgry, cosa vi gonfiate come tacchini al Ringraziamento? Si dice semplicemente “no guardi, tutti abbiamo fretta ma c’è la fila da rispettare”. E finisce lì. Non che mi fissate con aria minacciosa, cosa siete, i buttafuori del supermercato? Mah. Come se non aspettassero altro. Grr.

E poi le comari che si mettono a ciciarare in mezzo a una corsia con i carrelli in orizzontale, giusto per bloccare tutta la viabilità? Ne vogliamo parlare? Che cosa devo fare per passare il loro posto di blocco, prendere un’asta e darmi al salto in alto e in lungo in contemporanea o basta prendervi a schiaffi con un mocio?
Poi se cerchi di aprirti un varco in maniera civile chiedendo “scusate, permesso…” ti ignorano. Parlano più forte tra di loro. Gesticolano, e anche a me la voglia di gesticolare sale. Un solo gesto, per lo più. Con un dito solo.

Poi va beh gli adolescenti cretini che avranno dodici anni e ridacchiano come dementi per prendere una birra in sette sono il male minore.

So che è brutto scagliarsi contro una categoria ma gli anziani per me sono da abolire. Quelli che si mettono a chiacchierare con la cassiera pensando che lei ci stia provando quando palesemente è solo educazione e “se lo mando a fare in chiul mi licenziano” e fanno gli splendidi, con tant di moglie affranta che ritira la spesa nei sacchetti. Signora, sono tutti scemi. Che ci si può fare?

E poi ci sono quelli che devono essere presi a calci dalla mattina alla sera: quelli di un’età compresa tra i cinquanta e mille anni che in barba allo scontrino da cinquanta euro mettono una banconota da venti, ammiccano, e se ne escono con qualcosa tipo “dai per stavolta siamo a posto così”.
… 
Io quando vedo queste cose mi incazzo il doppio, un’incazzatura è la mia e l’altra è quella della cassiera che non può mandarlo a cagare come merita. Ma ti do una lattina di lenticchie in testa, tu e i tuoi venti euro.
PORACCIIIII!

Mamma mia. La legittima difesa andrebbe data alle cassiere, e non dopo le ventidue.Arriva un cliente rompipalle? BANG BANG, freddato. Una donna che chiede se i fagiolini reggeranno fino a Pasqua chiedendo dove sono stati coltivati? SBANG, gambizzata. 

Insomma, per concludere… non andrò mai più al supermercato.

Disarmata.

Autore:

Simpatica come una piaga da decupito e fine come un babbuino che si gratta il sedere. Se vi va di scambiare quattro chiacchiere, mandarmi mail minatorie o proporre una bevuta insieme: pensierispelacchiati@gmail.com

3 pensieri riguardo “Ciciarando: anziani al supermercato 

  1. AHAHAHAHAAHAHA mi hai fatta morire ed hai detto la sacrosanta verità!!! Pensavo di avere qualche problema io e di essere diventata un’acida intollerante! la razza che odio più di tutti in assoluto però è quella degli automobilisti. Veramente li gli butterei una bomba dopo un’altra, soprattutto a quelli che non mettono la freccia….(mamma e quanto li odio!) e se li suoni e gli fai notare la cosa, ti mando anche a cagare!

    Piace a 1 persona

    1. Mamma mia quanto ti sono solidale.. io odio anche i pedoni che sul marciapiede vedi che muovono le gambette a mille all’ora, poi è il momento di attraversare e diventano dei molluschi: lumache vanno più veloci di loro. E tu sei lì in macchina che pensi “ma io ti stiro come una camicia, già ti ho fatto passare e non sei sulle strisce.. muoviti o ti passo sopra e vado avanti e indietro sul tuo cadavere”.
      Mamma mia la gente. LA GENTE.
      Almeno ho una compagna di acidità ora ❤

      Piace a 1 persona

Rispondi a Sara Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...