Pubblicato in: chiacchiere, random, randomizzando

Ciance sparse: ansia, idiozia e skincare by Mulac Cosmetics


Argh.
Niente, stasera sono sversa. E voi direte “minchia Sara, che novità” e avreste proprio ragione, miei ingrati Spelacchiati!
Sarà che sono due settimane che mi alimento come un criceto roborowsky: mastico granaglie, inghiotto bacche, rosicchio cortecce… Insomma, sto cercando di mangiare in maniera decente e la cosa mi sta creando un turbamento interiore ragguardevole. Sento che a breve mi metterò a trottolare su me stessa vorticosamente come Taz della Tasmania, ingurgitando tutto quello che incontro.

Ma ora, miei Spelacchiati salutari e salutisti (che ancora non so come si dica, non è una gag), ditemi: provate veramente gioia e soddisfazione nel mangiare quegli yogurtini bianchini con lo zerino virgola zerino dueino di grassi, che non sanno di niente e a ogni cucchiaiata mi fanno pensare “ora mi uccido”? Quelle verdurine lesse che mi riportano direttamente alla settimana in ospedale che mi sono fatta anni fa? Quei cerealini vagamente conditi che sembra di mangiare il pellet?
No perché se a qualcuno piace davvero io impazzisco.
Che poi non so cosa mi farebbe stare peggio: sapere che l’alimentazione sana fa schifo a tutti ma avete una forza di volontà che io mi sogno, o sapere che ci sono persone frugivere che provano per legumi e frutta quello che io provo per la pizza con le cipolle e le patatine (insieme, proprio in modalità “fogna a cielo aperto”) e gli hamburger con sette tipi di carne dentro.

Passando alle note dolenti (che devo ancora capire dove si trovino sul pentagramma) domani ho la psicologa e ultimamente, non so bene perché, prima della seduta mi viene molta ansia. Suppongo sia un mix di “ma io sto bene non sono pazza, non ho bisogno della psicologa” e di “oddio non voglio affrontare tutti i traumi che mi hanno portata a pensare di non meritare la benchéminima dimostrazione di affetto nei miei confronti”.
Insomma, ‘sto ‘na crema.
‘So Lillo.

Ma ora vorrei inaugurare una nuova rubrica del blog, sempre che a qualcuno interessi: prodotti che uso, compro, consumo, provo, magari amo ma magari odio. Insomma, ciance che potrebbero aiutarvi a scoprire qualcosa di nuovo o che vi possano aiutare a fare dei regalini azzeccati.

Visto che ormai sono una donna di una certà età e i trenta cominciano ad alitarmi sul collo come un San Bernardo dopo una corsa sfrenata, sto cercando di capire come prendermi cura della pellacchia del mio veramente esecrabile viso. No perché va bene che la natura con me sia stata piuttosto infame, però cerchiamo almeno di non far precipitare la situazione in un buco nero fatto di orrore e raccapriccio.
Dunque dunquissimo, al momento mi sono fiondata a capofitto sulla linea di skincare di Mulac Cosmetics, marca italiana che io amo, adoro e venero. Ho creato un altarino in onore a questo marchio, ogni tanto sacrifico un paio ciglia finte per loro.
Scusate sono particolarmente imbecille stasera, ora mi calmo.

Partiamo da due presupposti fondamentali: la mia pelle è grassoccia&oleosa (appena la temperatura supera i tre gradi io comincio a sudare come un facocero nella savana) e so veramente molto poco di prodotti skincare perché mi sono sempre affidata a quella che è la mia filosofia di vita, ovvero “chiudi gli occhi e prega”.
Solo che a una certa dovrei cavarmi gli occhi per non vedere lo scempio che c’è sulla mia facciotta lucidina.
Scherzini a parte, il mio viso non è particolarmente problematico dal punto di vista di inestetismi -è dal punto di vista estetico vero e proprio che si apre una voragine di disperazione- ma ho parecchie macchiette, qualche brufoletto che compare soprattutto nel periodo in cui ciclo (voce del verbo ciclare) e ogni tanto la mia pelle si arrossa totalmente a random.
Infame.

Prodotto numero uno: Juicy pop peeling
No, peeling non è il nome di una pratica sessuale bizzarra, state traquilli.
Questo prodottino serve, in soldoni, ad eliminare quelle schifosissime cellule morte che rendono la pelle molto poco carina, a restringere i pori e in generale a migliorare la pellaccia rinnovandola e rendendola meno grigio topo.
In più è vegan -cioè mangia solo tofu- e quasi completamente naturale. Super top.

Altro prodotto che uso in abbinato: Juicy pop siero esfoliante
E’ un siero che alla lunga dovrebbe migliorare la pelle sotto tutti i punti di vista possibili, dalla luminosità alla compattezza.

Io ho comprato questi prodottini circa due settimane fa, e la mia reazione già dopo i primi utilizzi è stata più o meno un elegante e sobrio “sberequeck!” di sorpresa.
Su di me ho notato dei miglioramenti notevolissimi, che onestamente non mi aspettavo (perché sono una persona malfidata, che ci posso fare); non hanno cambiato i miei miserabili connotati, ovviamente, ma dopo aver sciacquettato via questi prodotti già la prima volta la mia pelle era super morbida, più luminosa (tipo neon, ora attiro gli insetti) più compatta, e i brufoletti che avevo sono scomparsi super velocemente rispetto ai soliti tempi.
Coincidenze? Io non credo.

Insomma, approvo, adoro, se Mulac volesse omaggiarmi con una scorta a vita di ogni loro prodotto credo potrei morire (quindi una scorta a vita veramente breve).

Sperando di essere stata cretina e allo stesso tempo vagamente utile io vi saluto, Spelacchiati del mio cuore! Fatemi sapere di tutto: conoscete già il marchio Mulac? Avete prodotti skincare da suggerirmi, così che la mia faccia possa raggiungere vette di bellezza mai viste prima? Ci sono prodotti a cui devo stare lontanissima perché vi siete trovati da cani?
Ma soprattutto, come state? Come vi accingete a vivere questa zona giallo canarino? Al momento il mio unico desiderio è andare a farmi una birra da qualche parte.
Vi prego di farmi sapere se post del genere possono essere interessanti una volta ogni tanto, se no torno alle mie cazzatine!
Hasta la pasta!

Autore:

Amante di: Libri Film Cinismo Tom Hiddleston. Simpatica come una piaga da decupito e fine come un babbuino che si gratta il sedere. Se vi va di scambiare quattro chiacchiere, mandarmi mail minatorie, proporre una bevuta insieme: pensierispelacchiati@gmail.com

12 pensieri riguardo “Ciance sparse: ansia, idiozia e skincare by Mulac Cosmetics

  1. Chi mangia solo verdure e granaglie come se fosse un appartenente non al genere umano ma a quello dei polli, mi verrebbe da prenderlo sottobraccio e chiedergli: “Dimmi, cosa c’è che non va?”.

    "Mi piace"

    1. Infatti io assumo tutta la responsabilità di questo mio insano amore smodato per le granaglie e ogni volta che apro il barattolo del mais guardo chi mi sta attorno di sbieco, iniziando a mormorare “coccodè”. Giuro, lo faccio davvero XD

      Piace a 2 people

  2. Ciao carissima Chiara, la mia filosofia di vita mi dice di evitare gli eccessi, però è anche vero che se Dio avesse voluto che mangiassi solo cose sane non avrebbe creato il cibo spazzatura. A parte questo, non darti pensiero per gli argomenti dei tuoi post, tanto ormai siamo come molle cera nelle tue abili mani, e puoi plasmarci come desideri.
    🍆😉😍🥕
    P.S. Salutami Fedez.

    "Mi piace"

  3. io proprio sabato ho usato un prodotto medico per una certa cosa e… mi sono trovato a dover scappare al pronto soccorso che sennò morivo! non faccio il nome del prodotto e non dico neppure l’uso parzialmente improprio che ne ho fatto io…
    per il resto tutto bene!
    giallo canarino, dici? io lo vedo più come paglierino, che a sua volta mi ricorda una certa cosa specifica a cui questo colore è sempre assegnato…

    "Mi piace"

  4. Oddio, non sono tipa da verdurina lessa, ma potrei mangiarmi una casseruola di carciofini con aglio e prezzemolo oppure una teglia di verdurine tagliate a dadini/fettine cosparse di pan grattato e un po’ di grana. Il forno e il prezzemolo fanno miracoli con la verdura. Sullo yogurt, confesso di amare molto quello bianco, però intero, che quelli con zero-virgola-zero-zero-zero-due grassi sopravvissuti mi danno l’idea di non essere più nemmeno yogurt.
    Sulla skin care mi hai appena fatto rendere conto che stamattina mi sono dimeticata di darmi la crema idratante e questo direi possa darti un’idea della mia pella di ultratrentenne.

    "Mi piace"

  5. Cara Sara
    sei un portento davvero! Grazie, mi fai sorridere e ne ho davvero bisogno, credimi… A parte ciò, non conosco il marchio di cui parli, sinceramente sono una non onnivora, ma neanche una vegana, sono una via di mezzo. Anche se ho escluso la carne dalla mia data da alcuni mesi e cerco di mangiare poco, verdure, pasta (la pasta si perché mi dà allegria),qualche volta sgombro, legumi, yogurt.. Ho saputo da poco che il latte (che evitavo abbastanza) non è proprio un toccasana… Dopo una certa età ,sai si dimenticano tante cose, anche quelle che credevi assimilate da tempo.. comunque vai cosi, scrivi come ti viene.. Dopotutto ci piaci proprio cosi! Per il cibo.. Beh, se la natura ci ha donato erbe, verdure e il resto, forse un motivo ci sarà. Senza eccessi. Che il troppo storpia, diceva mio nonno.. E forse aveva ragione.. Buon martedì, sperando di arrivare a domenica..

    "Mi piace"

  6. Prova lo yogurt greco, anche quello con lo 0,0000% di grassi è buono. Comunque come stile di scrittura e pazzia (sorry) mi ricordi tantissimo una ragazza credo ben più grande di te che ha o aveva un blog altrove, che conobbi virtualmente tanti (troppi) anni fa. E per troppi intendo all’epoca di WinMX, poco dopo Napster insomma. O forse su Napster proprio, la mia memoria è offuscata dal tempo passato.

    "Mi piace"

  7. Da buon ortoressico, ebbene sì… Quando so che nella mia giornata ho mangiato le giuste calorie e la giusta proporzione di carboidrati proteine grassi, allora sono sereno. E da buon vigoressico, se sono anche riuscito a farmi la mia ora di allenamento, li sono proprio felice.

    "Mi piace"

  8. Cazzatine Sara… cazzatine…
    A noi maschietti frega poco e niente di cremine e intrugli vari per il bene della nostra pellaccia… perchè di pellaccia si tratta…
    E per il cibo sarò blasfemo “evviva l’animale morto tritato, i sughi, gli intingoli, i cornetti alla crema, la nduja, e il cotechino con le lenticchie!”

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...